Passato, presente, futuro: Una storia fatta di persone, sfide e successi.

Siamo un’azienda famigliare nata in Abruzzo nel 1952 divenuta oggi una realtà di riferimento per la produzione di imballaggi in cartone ondulato in Italia.

Uno sguardo al passato

La nostra storia inizia nel 1952 su iniziativa di Loreto Lancia che vide nel cartone ondulato il materiale del futuro per la creazione di scatole da imballaggio facili da trasportare, maneggevoli, resistenti e che andassero in sostituzione delle più comuni scatole di legno.

Nacque così la ICO Industria Cartone Ondulato.

Un’idea semplice ma che ci ha portato oggi, attraverso una crescita costante e l’apertura verso l’innovazione, ad essere una famiglia di oltre 250 persone, con uffici e stabilimenti distribuiti nell’Italia centro-meridionale. 

L’amore per la nostra terra, la fiducia delle persone e la passione nel fare sono i valori che da sempre ci accompagnano.

  • 1952

    Anno di Fondazione

    Loreto Lancia fonda la ICO con un’idea innovativa: creare scatole di cartone ondulato.

  • Anni ’70

    Installazione Ondulatore e Cartiera

    ICO cresce e acquisisce la prima macchina ondulatrice e la prima cartiera. La sensibilità verso il rispetto dell’ambiente si percepiva già in quegli anni.

  • Anni ’90

    Espansione parco macchine

    Arriva in ICO lo Jumbo slotter TCY, il casemaker Simon, ed il fustellatore Bobst 1600.

    L’ondulatore viene aggiornato con una taglierina Fosber.

    Il lay-out interno viene migliorato con rulliere, tappeti e navetta automatizzate.

  • 1999 2004

    Acquisizione Stabilimento Foggia

    ICO si specializza nella produzione di cassette per ortofrutta e acquisisce lo stabilimento di Foggia.

    Arriva il nuovo Casemaker Massenzana

  • 2005

    Apertura stabilimento Pianella (PE)

    Viene acquisito il ramo d’azienda della Fisher, lo stabilimento viene ulteriormente aggiornato.

    Nuove acquisizioni: Casemaker Martin 618 e la Bobst 2000 con in linea la stampante Nike a 6 colori.

  • 2013

    Acquisizione Kimberly - Clark

    Viene acquisito lo stabilimento di Alanno della Kimberly-Clark dove si produce carta tissue, il cosiddetto TAD. Nasce una nuova divisione aziendale: ICO TISSUE. ICO apre il suo mercato ad Europa, USA, America, Asia, Africa.

  • 2018

    Installazione Quantum 2

    Viene installato a Pianella l’ondulatore Quantum2 a Pianella un macchinario per la produzione di cartone ondulato con una tecnologia altamente evoluta.

  • 2019

    Installazione HP C500 Page Wide

    Arriva la stampante digitale HP C500 Pagewide. ICO si apre verso il nuovo mercato della cartotecnica e della comunicazione ad alto potenziale di immagine.

  • Magazzino Verticale automatizzato

    Work in progress

Un presente brillante

Oggi ICO è tra i maggiori produttori di cartone ondulato in Italia

Una superficie di 75.000 mq, una produzione di 400.000 mq di cartone ogni giorno e più di 10.000 clienti acquisiti nei oltre 65 anni di esperienza, ci consentono oggi di essere un punto di riferimento nel mercato degli imballaggi per l’Italia del centro-sud e tra i primi in Europa per la stampa digitale.

ICO si prefigge di svolgere la propria attività di produzione di imballaggi in cartone ondulato agendo congruentemente con i valori condivisi. 

Primi fra tutti il rispetto del mondo in cui viviamo, minimizzando il consumo delle risorse naturali, e delle persone, promuovendo il benessere e la soddisfazione di chi interagisce con l’attività dell’azienda.

In tal modo intendiamo creare nella nostra comunità di riferimento, la consapevolezza del ruolo sociale dell’impresa, consentendo alle persone di riconoscersi nella immagine aziendale.

Attraverso la partecipazione a network internazionali (European Packaging Team e Digital Pack) le attività di aggiornamento rivolte ai dipendenti, apriamo i nostri orizzonti ai mercati internazionali e alla produzione di soluzioni moderne e all’avanguardia.

Riguardo al futuro

Il futuro per noi è coraggio, cambiamento, crescita

Nel nostro futuro vediamo una crescita ordinata,  con la conquista di segmenti di mercato nuovi, affini a quello storico. Al centro di questo disegno c’è lo stabilimento di Pianella, sintesi della crescita in tali segmenti e, parallelamente gli stabilimenti di San Giovanni Teatino e di Foggia nei quali, modernizzandosi, si consoliderà il business tradizionale.

I due percorsi, di innovazione e di consolidamento, viaggiano su binari paralleli, dando agio di avere una visione del mercato che sappia cogliere ed anticipare, sfruttando le potenzialità delle nuove tecnologie,  le necessità emergenti che nascono dal cambiamento dei modelli di consumo.

In sintesi, nell’industria del packaging in cartone ondulato, la nostra ambizione è di diventarne il riferimento tecnologico.